Sua Maestà il Brunello

Nella ricorrenza dei 50 anni della denominazione del Brunello di Montalcino, ho sentito il bisogno e la curiosità di ripercorrere un cammino a me familiare verso questa denominazione; una familiarità che parte alla fine degli  anni 70 inizio anni 80 quando, giovane Sommelier, avevo l’onore di servire il Brunello presso la Fattoria del Barbi, storica cantina Montalcinese, in occasione del premio giornalistico/letterario ”Premio Barbi Colombini”   istituito dalla  Signora del Brunello  tale Donna Francesca Colombini Cinelli . Lo stesso premio che, se pur cambiato nel nome, oggi “Premio Casato Prime Donne”, rimane un riferimento culturale e di promozione di tutto il territorio Ilcinese , portato avanti con dedizione ed orgoglio , da Donatella Cinelli Colombini, figlia di Francesca.

Sempre all’inizio degli anni 80’ vengo nominato commissario, per tre mandati consecutivi, nelle commissioni di assaggio presso l’ Istituto Camerale di Siena  per il riconoscimento della DOCG :  un’ esperienza bellissima che mi  porta a scoprire tutte le sfaccettature  della Denominazione ed avere così  il bagaglio culturale giusto per giudicare la qualità del Brunello. Negli stessi anni avviene  l’incontro con Franco Biondi Santi, persona pacata, personaggio riservato  ma ricco di cultura ed umanità, parlare con lui di Brunello era   come ascoltare la storia di famiglia;  quindi   sono arrivati “ i fratelli  diversi” , come li chiamavo io, Pietro ed Ezio Rivella.  Da Pietro,  persona schiva e all’apparenza burbero, ho appreso l’arte di degustare con razionalità, da Ezio, persona vulcanica ed eccentrica,  ho appreso la comunicazione del vino a 360°. E’ Remo Grassi, che mi ha avvicinato a quest’ultimo personaggio. Anche lui era allora ragazzo come me, operoso ed attento ai cambiamenti ed oggi personaggio di spicco nella comunità di Montalcino per le sue qualità umane e manageriali .   Poi per me la continua ricerca della qualità attraverso incontri ed assaggi in compagnia di giornalisti, produttori, enologi. Oggi, che il tempo ha reso ancor più prezioso questo gioiello del campo vitivinicolo mondiali , non potevo non dedicare una degustazione di Vecchie annate a sua maestà il Brunello per verificare come si è comportato in questi 10 lustri di vino… e, a dire il vero,  CHE VINO!!!!

 

Brunello di Montalcino Doc. 1971 Tenute Silvio Nardi.           
Alc. 13% - Rosso aranciato,limpido, scorrevole ; naso intenso,schietto,abbastanza persistente, note di frutta rossa cotta in particolare di ciliegia,sentori di muschio e leggero vegetale secco,sentori di zucchero caramellato secco;  al gusto è caldo,di corpo,con leggera presenza acida che rinfresca  la bocca,tannino pulito. Un vino in grado di dare ancora emozioni.

Brunello di Montalcino “Dei Roseti” Doc  1975- Palazzo Altesi- F/lli Rinaldi Distribuzione                   
Alc. 13% - Rosso aranciato,poco trasparente,scorrevole;naso schietto,poco persistente con frutti rossi surmaturi di ciliegia e prugna,vegetale secco che ricorda la paglia,sentori di cuoio; Caldo,di corpo ,manca di equilibrio per eccesso della componente aldeide,leggero tannino secco.

Brunello di Montalcino Doc.  1976 Fattoria dei Barbi                     
Alc. 12.8% - Rosso aranciato,trasparente,scorrevole; naso intenso e pulito con richiami a frutta rossa matura,note vegetali di paglia,nota minerale e terra bagnata; Caldo,di corpo,poco equilibrato per la componente alcilica marcata ed un tannino duro.

Brunello  di Montalcino  Doc.1976  Poggio alle Mura                           
Alc 13%  - Rosso leggermente  aranciato,poco trasparente,poco denso; naso intenso,schietto,frutta rossa in confettura,leggera nota di lampone maturo,speziato con vaniglia e pepe,boisè; Caldo,di corpo,rotondo,tannino elegante,leggera sapidità,buona beva: A dispetto di un annata difficile un prodotto piacevole.

Brunello di Montalcino Doc. 1977 Fattoria dei Barbi                   
Alc. 13% - Rosso aranciato scarico,scorrevole; naso intenso,schietto, con sentori di frutto rosso cotto di susina e ciliegia,muschio ,  sentori di terra e leggero minerale,accenni di note balsamiche; caldo,di corpo, buon tannino,leggermente sapido, poco persistente.

Brunello di Montalcino Doc 1979 Poggio Antico                       
Alc.12.5% - Ancora rosso rubino,aranciato all’unghia,poco denso,limpido; naso intenso,complesso, persistente, frutta rossa matura con leggero sottobosco sempre maturo,vegetale di macchia,muschio con nota erbacea poco gradevole; caldo,di corpo,leggermente tannico con chiusura minerale/ sapida.

Brunello di Montalcino Docg 1980  Argiano                           
Alc.13.5% - Roso rubino tendente all’aranciato,poco trasparente,limpido.; naso intenso,persistente, schietto con frutta rossa matura,sottobosco con evidenza di mora e lampone, speziatura dolce e leggero tabacco; caldo,di corpo,leggera e piacevole vena tannica,sapido.

Brunello di Montalcino Docg 1980  Altesino                           
Alc 13% - Rosso rubino,riflesso aranciato,poco trasparente,limpido; naso poco intenso,schietto, prevale la nota fruttata di frutto rosso in polpa e maturo,sottobosco leggero,  chiude con note balsamiche; caldo,di corpo, equilibrato,chiude con un buon equilibrio tannico/sapido.

Brunello di Montalcino Docg 1982 Villa Banfi.                       
Alc.13% - Rosso rubino,riflesso aranciato,limpido;naso intenso ,persistente,fine nelle note di frutta rossa matura,leggero sottobosco e muschio,speziatura fine, sentori di minerale e tabacco; caldo,di corpo,rotondo,giustamente tannico,leggera sapidità.

Brunello di Montalcino Docg 1982  Caparzo                             
Alc.13% - Rosso rubino,aranciato all’unghia,poco scorrevole;naso intenso,persistente,fine,marcata la frutta rossa surmatura,sentori vegetali di rosa appassita e foglia di tè,in evoluzione leggera nota  balsamico; caldo,di corpo, rotondo, esalta il tannino setoso,buona beva.

Brunello di Montalcini Docg 1985 Castelgiocondo -  Frescobaldi                
Alc13% - Rosso rubino con riflessi appena aranciati,poco denso,limpido; naso complesso,schietti,persistente,richiami netti al frutto rosso maturo,ampio sottobosco con note vegetali di macchia,minerale; caldo,di corpo,rotando,esalta la trama tannica molto fine e pulita legata ad una buona freschezza;beva piacevole.

Brunello di Montalcino Docg 1989  Castello Banfi                      
Alc 13% - Roso rubino,poco denso,limpido; naso complesso,persistente,fine;note marcate di frutto rosso e sottobosco,nota speziata in evoluzione dalla vaniglia al cacao,leggero minerale, finale di vegetale secco; rotondo,equilibrato,tannico presente ma non invasivo,ancora fresco,sapido.

 

Nicola Masiello

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Best World Bookamker bet365.com reviewbbetting.co.uk