Articoli

Wine&Siena 2019

Wine&Siena 2019 si conferma anche in questo 2019 l’interesse per questa manifestazione senese che chiama a raccolta molti produttori dell ’Italia enoica e moltissimi Winelovers in un percorso di piacere a 360° ; piacere per gli occhi nel visitare i palazzi storici cittadini pieni di opere d’arte ed affreschi che rappresentano la cultura italiana attraverso i secoli e piacere per il gusto con la possibilità di affrontare un viaggio Enoico italiano nell’arco di due giorni ,con la possibilità di degustare oltre 600 vini in rappresentanza di  150 aziende Italiane selezionate per l’occasione da  Winehunter events , in collaborazione con Merano Wine Festival e sotto la regia del patron HelmuthKoecher.

Ma Wine&Siena non è solo arte e degustazione infatti all’interno dell’evento possiamo trovare momenti dedicati all’approfondimento sul clima e sostenibilità, variazioni climatiche, studi su Marketing e sviluppo sui mercati asiatici. Focus su Birre, Olio extravergine di oliva, distillati e prodotti di eccellenza dell’agro-alimentare italiano, masterclass per   la promozione e la conoscenza di realtà vinicole importanti che rappresentano territori e stili produttivi.

Abbiamo seguito con piacere quella di apertura dedicata al Gewurztraminer Altoatesini guidata da Helmuth Koecher e dal  sottoscritto ,partendo dalla storia del vitigno per arrivare al vino, passando per il territorio. La storia ci dice che il Gewrztraminer in origine chiamato “Termeno” era presente in alto Adige fin dal XII secolo. Dopo anni lunghissimi di oblio, dovuti alla scarsa redditività ed alla difficoltà di allevamento, questo vitigno è  stato “esportato” in Alsazia, Renania e Palatinato assumendo  nel tempo  nomi diversi in base alla zona di produzione o addirittura classificato come mutamento genetico di altri vitigni. Oggi  è universalmente riconosciuto come vitigno autoctono della zona di Termeno: siamo nella bassa Atesina fra Termeno e Corteccia in provincia di Bolzano.

L’etimologia della parola Gewurz (spezia in tedesco) e Traminer (traduzione tedesca di Termeno) chiarisce sin da subito la tipologia del vino: Speziato di Termeno, dove speziato è  riferito   all’ampiezza del ventaglio aromatico, dalla frutta fresca acida, anche in polpa, alle note floreali e minerali e alla speziatura vera e propria che si ritrova soprattutto in quei vini che hanno avuto un buon  affinamento ed un’ evoluzione importante-

Dobbiamo precisare che la bassa resa per ettaro , le forme di allevamento ed il clima  fanno di questo vitigno / vino una particolarità della zona di origine e lo marcano  in senso qualitativo .

Partendo dai terreni con altitudine tra i 250 e i 400 mt, troviamo zone  di varia origine e tessitura e quindi  zone calcaree, altre di tipo stratificato sabbioso/argilloso , altre con marne:  tutto ciò contribuisce alla valorizzazione  della biodiversità; se a questo aggiungiamo il fattore  termico molto marcato  con importanti escursioni  giorno/notte ,ore di insolazione e buona ventilazione,  il quadro è completo per capire il carattere del vino in origine. A questo si deve aggiungere il fattore “pratiche di cantina”  o” brand aziendale”che condizionano soprattutto la  longevità del vino, consegnandoci vini freschi ed accattivanti contrapposti a vini di maggior struttura e complessi atti ad un invecchiamento medio/lungo.

Note di degustazione

Baron Longo: 2016 Hohenstein Alto Adige- Sudtirol Doc
Giallo paglierino, dorato all’unghia di buona trasparenza e densità. Al naso richiama la nota marcata della rosa su  polpa di frutto bianco   in maturazione e richiami al mango ed uva del deserto, minerale. Al gusto è caldo ,di corpo, fresco con ritorni piacevoli al frutto bianco, sapido.

Castelfeder:2017 Gewurztraminer’Von Lehm’ Alto Adige-Sudtirol Doc
Giallo paglierino carico, appena dorato all’unghia, scorrevole. Naso ampio, evidenzia soprattutto il frutto acido anche in polpa su note floreali importanti di rosa e leggero richiamo alla noce moscata. Al gusto è caldo, fresco vivo,persistente richiama il frutto olfattivo,sapido.

Elena Walch: 2017 Gewrztraminer‘Vigna kastelaz’ Alto Adige-Sudtirol Doc
Giallo paglierino,brillante , buona trasparenza, naso importante con note marcate di polpa bianca in bacca, frutti esotici in maturazione ,accenni speziati dolci, fiori  bianchi dal  tiglio al giglio, note di melone bianco. Al gusto sicuramente caldo quasi in equilibrio per un residuo zuccherino percettibile che copre una buona spalla acida,minerale,lungo.

Schreckbichl-  Colterenzio. : 2017 GewrztraminerLafoa Alto Adige- Sudtirol Doc
L’espressione cromatica denota una grande limpidezza, quasi brillante, nella tonalitàgiallo paglierino. Naso complesso con forte presenza di rosa quasi a nascondere le note fruttate acide e tropicali,percezione di iodato, Al gusto si presenta caldo e di corpo,buona freschezza di beva con chiusura sapida.

Kellerei Tramin::2017 GewrztraminerNussbaumer Alto Adige -Sudtirol Doc
Il giallo paglierino carico  vira su un leggero dorato, trasparente e scorrevole.
Al naso fiore importante,dalla rosa al gelsomino,la parte fruttata molto presente anche in polpa gialla e tropicale,spezia dolce e mineralità. Al gusto è caldo,di corpo con beva importante, marcato residuo zuccherino, sapido.

TenutaJ.Hofstatter: 2016 KolbenhofVigna Gewurztraminer Alto Adige-Sudtirol Doc
Giallo Paglierino con riflessi dorati ,poco scorrevole, limpido. Naso complesso , elegante, ampio nelle note fruttate di polpa bianca acida e mango, floreale marcato di rosa e tiglio su speziatura dolce,minerale. Al gusto è caldo ,di corpo pieno ,quasi rotondo con gli zuccheri presenti, lungo e minerale.

WeinberghofBelutti:: 2017 Gewrztraminer ’Plon’ Alto Adige-Sudtirol Doc
Il colore paglierino lascia trasparire riflesso dorati, trasparente. Naso intenso e persistente nelle note di litchi  e pompelmo maturo, floreale di rosa con richiami speziati di chiodi di garofano  e uva appassita. Al gusto si presenta con beva  importante, piena, abbastanza equilibrato  con spalla acida coperta, buona mineralità.

WeingutRitterhof: 2017 AuratusGewurztraminer Alto Adige-Sudtirol Dop
Giallo paglierino carico con riflesso dorato, buona trasparenza, poco denso. Naso  complesso ,intenso di grande piacevolezza dal fiore di rosa al tiglio, speziato con note di  minerale fumè. Al gusto è caldo, rotondo di grande finezza e persistenza richiama la  parte olfattiva, sapido.

Nicola Masiello

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Best World Bookamker bet365.com reviewbbetting.co.uk