Tributo al "Prugnolo gentile"

Tributo al "Prugnolo gentile"Non capita spesso di poter verificare, attraverso la degustazione, la tenuta di un vino negli anni, o meglio, la sua evoluzione con parametri oggettivi diretti , presi e valutati  attraverso un calice di vino; a volte, però, succede!!

E’ successo a Montepulciano, storica patria del’omonimo Vino Nobile, un vino ottenuto dal vitigno Prugnolo gentile, un clone di Sangiovese considerato, a ragione, “autoctono” per storicità e qualità di produzione e che in altri territori non si esprime come qui , soprattutto a livello olfattivo/gustativo.

La storia  di questo vitigno si costruisce attraverso  ciò  che si riscontra in scritti e documenti  di varie epoche, attestanti le qualità del vino da esso prodotto ma soprattutto , ed in tempi relativamente recenti , da studi  inerenti la zonazione e le selezioni clonali e massali , che insieme a nuove pratiche di cantina e  con il coinvolgimento dei produttori poliziani  hanno portato e portano  ad un continuo miglioramento  del prodotto.

La degustazione seguente ha visto protagonista l’Azienda Salcheto, una realtà molto dinamica all’interno del territorio,che ha saputo evolversi in maniera ,a volte ,anche” spregiudicata” rispetto alla tradizione ma che, con la caparbietà di Michele Manelli,  ha saputo valorizzare anche l’aspetto ecologico e biologico di una produzione di qualità.

Concetti come basso impatto ambientale, carbon free, riciclo,biologico,ecc.  sono stati e sono  i punti di forza aziendale per raggiungere oggi limiti bassissimi di emissioni e favorire così la salvaguardia di ambiente e territorio.

Il nostro viaggio prenderà  in considerazione  i fattori climatici e la degustazione delle relative  annate qui sotto riportate , due elementi  indispensabili per la buona riuscita del TRIBUTO.

Vendemmia 1997: un annata decisamente calda che ha caratterizzato il vino. Colore rosso aranciato,scorrevole ,al naso leggermente ridotto,la confettura rossa si esalta sulle note di ciliegia e prugna, sentori  di legno, boisè con note balsamiche e spezia dura. Al gusto è caldo , di corpo, equilibrato con buona sapidità e tannini morbidi.

Vendemmia 1998: annata  non molto calda ma che marca il vino. Colore rosso granato con unghia aranciata,scorrevole,al naso complesso con note di mora matura , confettura rossa e sottobosco,leggero vegetale secco,speziato con note di cacao. Al gusto, caldo, di corpo,buona tannicità, fresco,  buono il fin di bocca.

Vendemmia 1999: ancora un annata calda ,si comincia a parlare di cambiamenti climatici in maniera seria e si cerca di correre ai ripari. Colore aranciato,poco scorrevole, al naso e fine e complesso predominano la confettura rossa e sottobosco,note vegetali secche che richiamano la foglia di the e la  viola appassita,note minerali di grafite. Al gusto è caldo, di corpo, rotando piacevolmente tannico con ritorno sapido.

Vendemmia 2000:  annata calda, che ha permesso  una evoluzione normale delle fasi vegetative e colturali. Colore rosso granato,aranciato all’unghia,poco denso. Al naso intenso,  complesso e persistente, nette le note floreali della mammola che si legano ad un fruttato denso di frutta rossa confettura,note di frutta candita agrumata  e spezie esotiche,piacevole. Al Gusto molto caldo,equilibrato, Tannino pulito e avvolgente,molto lunga la persistenza.

Vendemmia 2001: annata molto  controversa con numerose gelate primaverili,poca produzione ma di buona qualità. Colore rosso rubino con riflesso appena  aranciato,poco denso. Al naso complesso, schietto, con leggero floreale,  note di frutta rossa molto matura,piccoli frutti neri e sentori di frutta secca , note minerali ,leggero boisè. Al gusto caldo,di corpo,equilibrato con tannini eleganti,sapido.

Vendemmia 2002: annata piovosa al limite della impraticabilità,poca produzione e di bassa qualità,vini di vita corta. Colore rosso rubino,scorrevole e trasparente. Al naso le note di viola e fruttato non si esprimono a buoni livelli,risultano anche poco persistenti,un po’ di legno li lega in maniera sufficiente. Al gusto è caldo,fresco, poco equilibrato  con la parte tannica che rimane dura.

Vendemmia 2003: annata caldissima con punte alte di temperature e poca escursione termica giorno/notte. Colore rosso  aranciato, denso ,ricco di estratti. Al naso complesso e persistente,in evidenza la frutta rossa cotta,note balsamiche con richiami mentolati e foglia di the,speziatura elegante e marcata sulle note dolci. Al gusto è molto caldo,robusto,fresco di acidità, giustamente tannico,persistente,sapido.

Vendemmia 2004. Annata lineare da classificarsi standard per la zona di produzione. Colore rosso rubino,unghia aranciata,denso. Al naso intenso,fine,schietto la frutta rossa matura si lega piacevolmente al legno,persistenza di sottobosco maturo e pepe,leggero tabacco. Al gusto è caldo,di corpo,equilibrato,tannino pulito e battente,buona la parte minerale che evidenzia note fresche mentolate.

Vendemmia 2005: annata particolare  con inizio piovoso che non ha precluso del tutto  la qualità della produzione. Colore rosso granato  tendente all’ aranciato,denso. Al naso intenso anche se non di totale pulizia(note ossidate) con evidenza di frutti  rossi e frutti  piccoli molto  maturi,richiami di tabacco secco e boisè, speziatura che chiude con note di pepe nero. Al gusto è caldo e rotondo, buona tannicità ,sapido. Di questa annata sono state effettuate due degustazioni ,per la prima abbiamo utilizzato delle bottiglie da 0.375 mentre per la seconda delle magnum da 1.5. L’evoluzione è leggermente diversa  in quanto il vino della magnum risulta meno ossidato, conferendo maggior qualità  nelle tre fasi gustative.

Vendemmia 2006:annata ottimale nella evoluzione delle precipitazioni e temperature che hanno permesso una ottima maturazione delle uve vendemmiate tardivamente.  Colore rosso rubino carico, poco scorrevole, al naso intenso e persistente con buona componente floreale di viola e fruttato di prugna e amarena in polpa,vegetale secco con note di camomilla e sottobosco. Al gusto molto caldo, robusto, buona freschezza acida , di piacevole beva.

Vendemmia 2007: a nnata tendenzialmente calda con temperature altalenanti ed a periodi di 3°, 4° più alti della media. La vendemmia si è protratta fino ai primi di ottobre. Degustato “Salco” selezione. Colore rosso rubino carico con riflessi ancora vivi, poco scorrevole. Al naso è complesso,intenso e schietto,frutta matura legata ad un legno non invadente, speziatura pungente e vegetale secco dalla paglia al tabacco,sentori minerali. Al gusto è caldo,di corpo,avvolgente  con grande piacevolezza dei tannini setosi,sapido e lungo di beva.

Vendemmia 2008:annata simile alla 1998 non molto calda che ha prodotto dei vini meno strutturati ma piacevoli. Colore rosso granato,scorrevole. Al naso complesso,fine,buona persistenza,predomina una speziatura dolce da legno seguita dal frutto rosso maturo,note leggermente   iodate e di erba officinale. Al gusto è caldo,rotondo,giustamente tannico con piacevolezza di beva.

Vendemmia 2009: ad un iniziale clima continentale sono seguite  fasi di pioggia e innalzamento della temperatura che hanno portato il periodo della vendemmia all’ultima settimana di Settembre. Buona la maturazione. Il colore è rosso rubino carico con riflesso ancora violaceo, poco denso. Al naso è complesso, intenso,schietto piacevole il sentore di mammola, la frutta matura con marasca e  prugna, chiudono ribes e lamponi,si riscontrano note minerali e vegetali che richiamano il fieno secco e la grafite. Al gusto è caldo,rotondo ,equilibrato con i tannini evoluti sempre presenti,sapido.

Vendemmia 2010:annata eccezionale per il Sangiovese su tutto l’arco vegetativo, si sono riscontrate situazioni ottimali che hanno dato vita ad una grande qualità.  Colore rosso rubino carico con leggero riflesso granato,poco scorrevole. Al naso Complesso e persistente,molto fine;in evidenza il frutto  rosso molto maturo,il sottobosco e delle note speziate che virano dal dolce al pungente compreso caffè e cacao. Al gusto è molto caldo,di corpo,rotondo; la carica tannica ben si lega alla freschezza acida regalando grande piacevolezza di beva,bocca fresca e piacevole.

Vendemmia 2011: Annata  caratterizzata dal colpo di calore,che ha prodotto qualche problema risoltosi con una scelta vendemmiale pre- fermentativa. Buoni vini anche se con produzioni leggermente inferiori alla media. Colore rosso rubino,brillante con riflesso vivo,poco denso. Al naso risulta complesso,intenso e fine con note di viola mammola e frutto rosso in polpa matura soprattutto prugna,buono il sottobosco che marca soprattutto nel ribes nero . Al gusto è molto caldo, di corpo  già  in equilibrio con tannini puliti ed una bella freschezza, persistente in bocca con marcata sapidità.

Vendemmia 2012:Annata calda, caratterizzata inizialmente da  poche precipitazioni con elevato  aumento delle temperature nel periodo estivo e nella fase  di maturazione. Importante la composizione dei suoli che hanno giocato un ruolo determinante  nel periodo di secco  agostano. Vini di notevole equilibrio. Al colore è rosso rubino carico,denso. Al naso complesso e schietto di buona finezza,floreale tipico del vitigno e con la parte del fruttato non ancora maturo,in evidenza la marasca ed i piccoli frutti rossi,lampone e mora, elegante il legno. Al gusto  è caldo e rotondo,ancora fresco,tannino ancora un po’ arrogante ma che lascia ben sperare,buona la persistenza di bocca.

Vendemmia 2013: Andamento climatico con alta piovosità nel periodo invernale che ne ha favorito l’accumulo nel terreno, importante questo nel momento estivo quando  , registrato un aumento costante delle temperature con valori oltre i 30°,  la fase vendemmiale è stata ritardata rispetto alle due precedenti. Leggero calo produttivo. Colore rosso rubino carico con riflesso violaceo appena accennato,poco trasparente. Al naso è intenso e complesso,schietto, note floreali e fruttate ancora fresche ed in evoluzione verso il maturo( marasca, prugna) ,spezia dolce già presente, note di cacao amaro e leggero minerale. Al gusto è caldo,di corpo, fresco vivo per l’ acidità,tannico(in evoluzione), persistente.

Vendemmia 2014:annata da ricordare per la grande piovosità che ha compromesso quasi  tutta la produzione,solo un grande lavoro di selezione in vigna ha permesso una produzione accettabile,Vini di basso grado,poco tannici,acidità limitata,poco spazio alla qualità.( Campione da botte): Al colore rosso rubino, scorrevole. Al naso sottile, poco persistente, sono presenti le note floreali e di fruttato ancora giovani  in cerca di equilibrio,  nota speziata senza entusiasmi. Al gusto è caldo,poco equilibrato nel rapporto acidità/alcool,i tannini ancora duri,scarso il margine di miglioramento.

Vendemmia 2015: Primavera piovosa a cui è seguita, per alcune zone, un’estate asciutta fino alla metà di agosto, per altre con terreni permeabili, una leggera fase di stress idrico , compensato ,però, da piogge alternatesi  alla fine del  mese di agosto.E’ stata una vendemmia generalmente anticipata salvo alcune zone, ed asciutta che ha favorito molto la salubrità dell’uva.(Campione da botte): Colore rosso rubino carico con riflesso violaceo,denso .Al naso è intenso,schietto e persistente,con la viola molto accentuata,la parte fruttata  di amarena e susina già si lega ad un sottobosco piacevole di mora e lampone maturo,la parte speziata è in divenire ma già presente e piacevole. Al gusto è caldo,di corpo,tannico, di buona complessità gustativa,lungo di bocca e sapido.

Masiello Nicola

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Best World Bookamker bet365.com reviewbbetting.co.uk